Visualizzazioni di pagine: ultimo mese

martedì 23 agosto 2016

H.Lun, Südtirol Blauburgunder Riserva "Sandbichler" 2013 – 13%

100% Blauburgunder – 13%


Conosco da tanto questa bottiglia, é da sempre un punto di riferimento per il rapporto qualità/prezzo dei Blauburgunder Riserva.

H.Lun é stata una delle più vecchie cantine indipendenti dell'Alto Adige, da alcuni anni é stata acquisita dalla Cantina di Colterenzio, dove ora avviene la vinificazione, mantenendo però linee di prodotti indipendenti.

Lo ricordavo un buon Pinot Nero, piuttosto marcato dal legno e per questo, seppur ben fatto, non proprio centrato sui miei gusti... di sicuro più da abbinare, che non da bere a se stante.

Devo confessare che normalmente non lo avrei acquistato, se non fosse stata una delle poche bottiglie "decenti" nell'unico supermercato aperto domenica scorsa a Bressanone... della serie "sempre meglio che bere acqua".

Alla fine, per una cena a base di formaggi me la sono aperta, e con soddisfazione mi sono trovato davanti ai grandi progressi fatti da Girlan, negli ultimi anni, con i Blauburgunder.

Anche in questo "piccolo" Sandbichler la stessa mano magistrale che ha tolto la pesantezza del legno nel Trattamann, ha ben lavorato per renderlo più godevole, più facile da bere.

Il colore é un rubino perfetto, dalla trasparenza che sempre mi aspetto in questo meraviglioso vitigno.

Nei profumi il fruttato è nitido di ciliegia giustamente matura, con la parte speziata che porta cannella e scorza d'arancio. C'é anche il floreale di viola, seppure soffuso e più evidente a bottiglia appena aperta.

Assaggiandolo si apprezza un frutto appena più indietro come maturazione, la ciliegia diventa piuttosto un agrume rosso, gustoso e dalla freschezza che tira la bocca. Tannino quasi trasparente, l'aroma finale é una fusione fra arancio e mineralità ferrosa.

Pur rimanendo una bottiglia semplice, al vantaggio del prezzo ha aggiunto una piacevolezza di beva, anche senza abbinamento, che prima non aveva... ora sono molto contento di averla acquistata.


Nessun commento:

Posta un commento