Visualizzazioni di pagine: ultimo mese

sabato 12 maggio 2012

Cantina Kössler – Alto Adige DOC Sauvignon 2010


100% Sauvignon – 12%

Fino a qualche anno fà Kossler era una cantina indipendente che produceva unicamente Metodo Classico: il Noblesse, per 10 anni sui lieviti, un Brut base e un Rosé.

Recentamente, quella che era una sektkellerei, é stata acquistata dalla Cantina Sociale di San Paolo.

Lo si ritrova anche nel logo, impresso sul tappo in coglomerato, con la inconfondibile chiesetta.

Pur mantenendp la linea degli spumanti, é stata affiancata una selezione di vini fermi.

Fra questi, mi pare curiosa la presenza dei "moscato giallo/rosa della Val Lagarina".

Tornando al Sauvignon, si presenta in una veste paglierina fredda, come é auspicabile da una bottiglia dell'Alto Adige relativamente giovane.

Gli aromi tipici del vitigno sono molto addolciti da ricordi fruttati di pesca e albicocca, tanto che il vegetale si esprime più su note di camomilla e sambuco, piuttosto che non al bosso.

All'assaggio é rinfrescante e poco impegnativo, con una lunghezza corretta che via via si stempera in una scia sapida.

Pur essendo un vino ben fatto, può sicuramente funzionare meglio scegliendo un buon abbinamento che non degustato da solo.

É piacevole, ma tutto sommato un pò anonimo e ha quindi bisogno del giusto cibo a cui legarsi.

Potrebbe meritarsi un 80, per rendere merito alla precisione tecnica con cui é stato realizzato.

La persona che me lo ha regalato, per poterci poi scambiare le reciproche opinioni, mi ha parlato di un prezzo in enoteca di circa 9 Euro.

Corretto, ma i Sauvignon dell'Alto Adige sono ben altri, pur non costando tanto di più.


Nessun commento:

Posta un commento